Accogliere un cane guida in pensione o esonerato

Dopo una vita attiva piena di avvenimenti, i nostri cani guida vanno meritatamente in pensione.
Cerchiamo delle famiglie volontarie che desiderano accogliere uno dei nostri meravigliosi cani guida per il suo pensionamento.

Alcuni cani non soddisfano i criteri esigenti per diventare cani guida per ciechi. Se non possono seguire una formazione come cani d’assistenza e se la famiglia di padrinato non li riprende, vengono proposti come cani di compagnia.

 

Condizioni per l’accoglienza di un cane guida in pensione

  • La persona responsabile del cane non deve lavorare fuori casa o deve poterlo prendere con sé al lavoro
  • Ritmo di vita e attività adattate ad un cane anziano
  • Autorizzazione dell’agenzia immobiliare a tenere un cane
  • Un giardino non è indispensabile ma se esistente, dovrebbe essere solidamente recintato
  • Accesso all’appartamento senza scale (piano terreno o ascensore)
  • Volontà di mantenere un contatto con il precedente detentore cieco o ipovedente.

 

Modalità

  • Il collocamento del cane è gratuito
  • Le spese per il cibo sono a carico del detentore
  • Le spese veterinarie correnti (vaccini, vermifughi, prodotti antiparassitari, ecc.) sono a carico del detentore. Tuttavia il detentore può richiedere il rimborso dietro presentazione delle fatture, in caso le spese superino l’importo forfettario fissato dalla Fondazione
  • Il cane rimane di proprietà della Fondazione che si riserva il diritto di assicurargli il proprio benessere
  • Il cane anziano non potrà essere sottoposto ad eutanasia senza l’accordo esplicito della Fondazione
  • Nella misura del possibile, il collocamento del cane in pensione in un canile per un periodo di vacanza, è da evitare

 

I nostri giovani cani esonerati cercano un posto per vivere da persone che amano i cani ma che non desiderano occuparsi dell’educazione di base del cucciolo. Potete iscrivervi sulla nostra lista di attesa contattando il segretariato.

 

« E’ arrivato il momento di separarmi dal mio fedele e infaticabile compagno di libertà che durante tutti questi anni mi ha riservato solo soddisfazioni. E’ una decisione molto dolorosa da prendere. »

Elio Medici e Noé

 

La Fondazione romanda per cani guida per ciechi è membro dell’ International Guide Dog Federation – IGDF

 

Seguiteci